IN GIRO PER I BALCANI- giorni 19 e 20; Tornare e andare

I giorni in Albania si sono mescolati tra loro. E io dalla gente mi son lasciata trascinare. Tutto questo è un’emozione forte, che sale dalla terra sotto le mie scarpe e arriva tra i miei capelli, come il vento. Saluto Lola, che si volta a piangere, un bacio a Lipi e ai suoi sette anni favolosi. Mi prendo gli ultimi abbracci di Amina e il … Continua a leggere IN GIRO PER I BALCANI- giorni 19 e 20; Tornare e andare

IN GIRO PER I BALCANI, giorni 15, 16, 17, 18- quando casa è ovunque tu sia

  A Kavaje i galli, padroni dei propri pollai, cantano ogni mattina. Per ore. Qui si dice che un gallo canta ogni volta che vede un angelo, anche se questi sembrano essersi nascosti per bene. Qui è più un limbo nuovo dell’inferno, il parcogiochi degli inferi, il punto di ristoro per i dannati. C’è un giardino all’ombra della moschea dove gli uomini passano le giornate … Continua a leggere IN GIRO PER I BALCANI, giorni 15, 16, 17, 18- quando casa è ovunque tu sia

IN GIRO PER I BALCANI, giorno 14- Estremo sud

  Lasciare e prendere, soprattutto. Quando già le mie spalle sono rivolte al Montenegro è troppo tardi per realizzare dove andrò a finire. Cosa combinerò. Chi non sarò più. Il pulmino che a spintoni attraversa il confine non ha nulla di legale, sicuro, comodo o almeno un po’ rassicurante. Proprio come piace a me. La botola sul tetto tenuta aperta da una bottiglia di plastica … Continua a leggere IN GIRO PER I BALCANI, giorno 14- Estremo sud